Stampa a Caldo

Si tratta di un sistema rilievografico, utilizzante una matrice con i grafismi a rilievo, che portata ad una temperatura idonea ed interposto tra il cliché ed il supporto un film di trasferimento opportunamente selezionato, permette il trasferimento e l’ancoraggio di pigmenti colorati sul supporto stesso.

Le macchine operatrici che utilizziamo sono:

- Tipografiche automatiche.

Matrici o Clichés

Il materiale più utilizzato è oramai una lega a base di Magnesio; si può comunque avere clichè di leghe a base di Ottone.

Per le macchine tipografiche il clichè deve essere alto 7 mm con un'incisione di 2-3 mm.

I supporti vorrebbero con una superficie omogenea e possibil­mente liscia (per cui prestare attenzione alla scelta della carta).

  • Attenzione a punti molto carichi di inchiostro, che se non ancorati alla perfezione, si sciolgono ed impediscono l’impressione a caldo.
  • Attenzione non si riesce a stampare su Vernice U.V. serigrafica.
  • Attenzione ai fondi pieni (a caldo) delle dimensioni di circa 20x20 cm alto rischio di grinze e striature.
  • Attenzione alle dimensioni dei caratteri, troppo piccoli si impastano rendendone impossibile la lettura.